Il CEO di Blockstream Adam Back: Bitcoin è meglio senza un fondatore

Una discussione sull’identità di Satoshi Nakamoto ha portato Adam Back, il CEO di Blockstream, a rilasciare una smentita ufficiale sul caso di essere il creatore dei Bitcoin.

Adam Back si descrive come un cifrario e un crittografo.

È anche l’inventore dell’hashcash usato nell’estrazione mineraria dei Bitcoin System e ha un dottorato di ricerca in Informatica. Il suo livello di competenza ed esperienza con la crittografia lo colloca in un piccolo gruppo di candidati che potrebbero conoscere o addirittura essere Satoshi.

Un estratto da un documentario di 40 minuti su YouTube sulla possibile identità della misteriosa figura ha ispirato l’utente di Twitter @ggmesh ad affermare che Adam Back è il creatore di Bitcoin.

„Siccome credo che tu sia Satoshi, andrò con leggerezza e con il massimo rispetto“.

„è inconcepibile che un uomo del tuo background avrebbe ignorato il bitcoin per così tanti anni (durante una pausa accademica dal 2005 al 2010, quando ti sei trasferito in un paradiso fiscale). A meno che non ne sia il creatore“.

L’utente ha poi approfondito l’accusa.

„Il bug che ha portato alla scoperta delle monete coniate da Satoshi deve essere stato uno shock terribile (è stato allora che sei tornato a far parte del forum BCT).

Il che spiega il vostro spesso espresso interesse ad aggiungere funzionalità di privacy a Bitcoin

Quelle monete si muoveranno un giorno. E tu le meriti“.

Ma Back ha negato l’accusa dei social media con un semplice „non io“.

„Tutti i candidati credibili hanno detto con enfasi che non sono Satoshi, i pretendenti strani non sono credibili. Probabilmente non lo sapremo mai, in effetti non c’è nessun Satoshi – dobbiamo pensare con la nostra testa. Questo è un bene, andarsene è stata una delle cose più sagge che ha fatto“.

Un utente di Twitter ha risposto a Back dicendo che credeva potesse esserci Hal Finney o Nick Szabo dietro il soprannome Satoshi Nakamoto. Ma Back è tornato ancora una volta con un po‘ di saggezza.

„FWIW hanno detto entrambi che non sono stati loro.

Non lo sapremo mai – molti cypherpunk non avevano l’impronta dei social media, e i post anonimi.

Probabilmente un fantasma digitale, che ha bruciato il nym per sicurezza.

Bitcoin è meglio come prodotto digitale decentralizzato senza un fondatore.

Siamo tutti Satoshi“.

Un altro utente di twitter era d’accordo con il thread di Back e ha risposto con il commento „l’eredità è ciò che conta“.

Back vuole che la comunità si concentri sul futuro dello spazio di crittovalutazione piuttosto che chiedersi chi sia Satoshi.

„Sono d’accordo con questa affermazione.

Il credito è irrilevante, anche il risultato è ciò che conta“.

Man mano che Bitcoin matura e la sua comunità cresce in dimensioni, diventa solo più difficile da controllare. Molti imprenditori di crittovalute sembrano concordare sul fatto che l’identità di Satoshi Nakamoto diventa meno importante ogni giorno che passa.